Un guest book su Liberoilverso? Si!

suitcases-159590_1280

Immagine in licenza CC0 Public Domain di “OpenClips”, su pixabay.com. Per info cliccando sull’immagine

 Da un po’ di tempo a questa parte frulla nella mia testa l’idea di ospitare, tra le pagine di Liberoilverso, un guest book, un diario di viaggio. Una sezione specifica scritta e diretta da un altro/a “blogger”.

Partiamo chiarendo due punti:

1. La parola “guest” (ospite), non mi piace del tutto. Quando si intraprende un viaggio insieme non si parla di ospiti ma si viaggia insieme. Punto.

2. La parola “blogger” vuol dire tutto e niente. Nel caso di specie indica semplicemente che chi farà parte del viaggio scrive, a sua volta, sul suo blog. 

Detto ciò, vi anticipo i miei propositi. Li metto nero su bianco:

Continua a leggere

Annunci

La poesia è una guida turistica, chiaro?

libro

Il Corriere della sera del 23 luglio 1998 – la bellezza di 14 anni addietro – a firma di Matteo Collura titolava: “Poeti, tanti applausi ma poche vendite”.

L’articolo in questione tocca l’apice del ragionamento quando mette alcuni numeri nero su bianco. Ci ricorda, in particolare, che tale Machi Tawara, poetessa dagli occhi a mandorla, all’epoca trentasettenne, ricevette in quei giorni, su “Le Monde”, ampio spazio in prima pagina per la sua opera poetica. Autrice che, grazie a “L’anniversario dell’insalata” riuscì a vendere la bellezza di 2 milioni e 600 mila copie di libri.

In Italia?

Continua a leggere